Torna Brisa a Bologna

Il tema prescelto per la quarta edizione della Festa del Teatro promossa da Arci Bologna e Arci Teatro è "Le età difficili"

Le proposte di Arciragazzi

Arciragazzi ha elaborato una serie di proposte per una legge di Stabilità che investa sulle politiche per l’infanzia e l’adolesc…

Solidarietà al popolo kurdo

Il 25 ottobre l’Arci in piazza con la Cgil. Per una cultura dei diritti. Per una giusta causa

L’Arci aderisce alla manifestazione nazionale del 25 ottobre a Roma indetta dalla Cgil e invita le sue strutture territoriali e tutti i soci a partecipare

Viva il Live! Il futuro della musica dal vivo

A Mantova dal 23 al 25 ottobre la quarta edizione di Viva il Live!, dedicata quest'anno a Roberto 'Freak' Antoni, poeta ed artista straordinario. Ci saranno operatori, media, artisti, etichette discografiche indipendenti, istituzioni locali a confrontarsi sulla musica dal vivo. Programma e informazioni all'interno

Alluvione a Genova, aggiornamenti e dati del conto corrente per contribuire

In questi giorni a Genova è avvenuto l’ennesimo disastro, un’alluvione che ha colpito, solo dopo tre anni dalla precedente, l’intera città. Si stanno mobilitando tantissimi volontari e volontarie per offrire una prima risposta alle necessità dei cittadini e della loro città. La nostra associazione, il comitato di Genova e il regionale della Liguria, sono in prima fila in questo movimento, mettendo a disposizione i circoli e le proprie energie. All’interno aggiornamenti sulla situazione e i dati del conto corrente attraverso cui sottoscrivere un contributo

Una proposta di legge di iniziativa popolare contro il pareggio di bilancio in Costituzione

L'Arci, insieme a Sbilanciamoci, Legambiente, Fiom, L’altra Europa per Tsipras, Sel, Prc, esponenti del Pd ed altri ancora - aderisce alla campagna per la proposta di legge di iniziativa popolare di revisione costituzionale che vuole cancellare l’introduzione del principio di ‘pareggio di bilancio’ nella nostra Costituzione, attraverso la modifica di alcuni articoli fra cui l’art.81. Approfondimenti all'interno

Dal 23 al 26 ottobre a Roma c'è Contromafie

24-ott_libera-Contromafie_p.jpgDal 23 al 26 ottobre a Roma c'è Contromafie, appuntamento che Libera offre al movimento antimafia italiano, europeo e non solo, in cui le associazioni e le realtà impegnate contro le diverse forme di criminalità organizzata e transnazionale e le connesse pratiche di corruzione, si ritrovano per confrontare strategie e percorsi e valorizzare le buone prassi ed esperienze maturate in tema di libertà, cittadinanza, informazione, legalità, giustizia e solidarietà. Ha aderito anche l’Arci. Il 25 ottobre, nella sessione 'Per una parola di libertà e dignità', interviene anche Alessandro Cobianchi dell'Arci su ‘La tratta degli esseri umani: la lotta alle schiavitù del nuovo millennio’. Programma completo qui

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

La Rete della Pace alla Marcia Perugia-Assisi 

perugia_assisi.jpgRete della pace, di cui Arci è parte attiva e costitutiva insieme a Cgil, Agesci, Acli, Legambiente, Un ponte per, parteciperà alla marcia Perugia-Assisi, ma senza aderire al comitato promotore e invitando a parteciparvi senza essersi riconosciuta nelle modalità e nella genericità della sua convocazione. La marcia Perugia-Assisi è un patrimonio collettivo di gran parte del movimento pacifista italiano. Leggi qui l'articolo di Flavio Mongelli
 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.pngMare Nostrum deve continuare. L’Italia non può sottrarsi al dovere di salvare vite umane nel Mediterraneo
9094-immigrazione-nuovi-sbarchi-scoppia-nuova-polemica.jpgE’ di queste ore la conferma dell’intenzione del governo di porre fine all’operazione Mare Nostrum. Una decisione irresponsabile, con cui l’Italia si sottrarrebbe al dovere che grava sulle istituzioni, come su ogni singola persona, di trarre in salvo persone che si trovino in pericolo di vita. Né può valere come giustificazione il costo dell’operazione, rispetto al quale andava semmai richiesta con più determinazione una collaborazione degli altri paesi europei. Leggi la dichiarazione di Filippo Miraglia, vicepresidente Arci

 Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Per la pace disarma la Sardegna

marcia_sarda.jpgÈ ormai da 13 anni che marciamo per la pace in Sardegna! Continuiamo a farlo poiché non sono state ancora rimosse le motivazioni che ci hanno spinto a cominciare: la nostra isola, pur ricoprendo solo l’8% della superficie del territorio italiano, viene gravata dal 61% delle basi e poligoni militari di tutta Italia. La militarizzazione del territorio è globale e intrinseca ai nuovi modelli di difesa, di logiche di guerra e controllo del pianeta che, dalle avventure coloniali in poi, caratterizzano le politiche degli stati moderni. Qui l'articolo di Franco Uda, Portavoce Tavola sarda della Pace

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Contro i padroni del web arriva per Internet la Dichiarazione dei diritti

internet_costituzione_diritti.jpgÈ pronta una bozza di 14 articoli che potrà essere discussa per quattro mesi su una piattaforma online. La battaglia  per una ‘Costituzione per la rete’ non è nuova. Stefano Rodotà la conduce da anni. E lo stesso padre del web, Tim Berners- Lee, ripete a ogni occasione che è una lotta che va combattuta, specie ora che Edward Snowden - e non solo - ha rivelato l’estensione e i pericoli della sorveglianza digitale di massa, che la censura online è in continuo aumento e che i giganti del web concentrano su di sé un sempre maggior potere economico e di influenza politica. Leggi qui l'articolo

 Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Una firma per la battaglia a sostegno degli investimenti pubblici per la ricerca

Credit-V.jpgUn gruppo di ricercatori europei ha lanciato un appello a sostegno della battaglia a favore degli investimenti pubblici per la ricerca e che ha già visto una giornata di mobilitazione in tutta Europa il 18 ottobre. Nonostante una marcata eterogeneità nella situazione della ricerca scientifica nei rispettivi paesi, si riscontrano infatti forti somiglianze nelle politiche distruttive che vengono seguite. Quest’analisi critica vuole suonare un campanello d’allarme per i responsabili politici perché correggano la rotta, e per i ricercatori e i cittadini perché si attivino per difendere il ruolo essenziale della scienza nella società. L’appello è stato firmato anche da Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci. Firma anche tu cliccando qui
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Venti anni dopo Pechino, le novità della Girl Declaration

girl_declaration.jpgDalla IV Conferenza Mondiale sulle donne di Pechino del 1995 ad oggi l’Italia registra preoccupanti ritardi sull’applicazione del Programma d’azione sottoscritto in quella sede. Se pure la partecipazione femminile diretta alla vita politica e anche l’assunzione di cariche apicali in contesti pubblici e del privato è andata aumentando, l’Italia segna uno dei più elevati tassi di disoccupazione delle donne, una bassissima percentuale di valorizzazione dell’apporto di genere nei media come opinion leader (16% vs l’84% degli uomini) e la violenza, soprattutto di coppia e familiare, che vede il mondo femminile vittima costante di gravissime lesioni personali e di omicidi. Leggi qui l'articolo

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Stop TTIP dilaga in tutta Europa

 stopttip2.jpg1.100 eventi in 22 Paesi, e oltre 50 città mobilitate in tutta Italia: dalla Valtellina a Monopoli, poi Firenze, Torino, Roma, Napoli e Milano, dove membri del parlamento europeo, di quelli di molti Paesi asiatici, insieme ad un centinaio di attivisti, sindacalisti, contadini e cittadini che partecipavano al Forum dei Popoli di Asia ed Europa hanno dato vita ad un flash mob di protesta. Leggi l'articolo e sostieni la mobilitazione anche via facebook e twitter (info all'interno).


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Una coalizione per i diritti e le libertà civili

10501752_374429749377460_6754821849151423853_n.jpgNasce in Italia la Coalizione per i diritti e le libertà civili. La parola ‘libertà’  è stata finora abusata, violata, maltrattata, vilipesa nel dibattito politico italiano. Abbiamo progressivamente assistito a un processo culturale regressivo e a un declino semantico. Il termine libertà è stato utilizzato in un senso deteriore ovvero come sinonimo di assenza di regole. È stato a seconda delle circostanze contrapposto artificiosamente alla legalità, alla sicurezza, all’etica religiosa. È il momento di restituirle dignità. Libertà e dignità sono profondamente correlati. Leggi l'articolo di Patrizio Gonnella, presidente di Antigone

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Una petizione per aggiornare lo Statuto dei Lavoratori

statuto-dei-diritti-dei-lavoratori.jpgNidil-Cgil ha lanciato una petizione dal titolo Lo voglio anche io! con l'intenzione di chiedere l'estensione degli articolo dello Statuto dei Lavoratori a tutti o adattarne  i principi alle mutate condizioni del mondo del lavoro. Perchè 'che una legge del 1970 sia vecchia è un fatto aritmeticamente indiscutibile. Che i contenuti di quella legge seguano l’aritmetica, invece, no.'
Leggi all'interno l'articolo del Segretario generale Nidil-Cgil Claudio Treves


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Liberi di volare: la tessera Arci 2015
tessera_liberi_di_volare___vincitore.jpg

La chiusura del Congresso nazionale dell’Arci, lo scorso 14 giugno, è stata anche l’occasione per proclamare il vincitore del concorso per la grafica del tesseramento 2015. Sono stati oltre 40 i progetti recapitati per tempo, quasi tutti di ottima qualità e fattura, a testimonianza di come il sostrato creativo su cui insiste la nostra associazione sia particolarmente ricco. Leggi qui l'articolo di Federico Amico, responsabile Tesseramento Arci. Presto sul sito tutti gli elaborati pervenuti.
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

appuntamenti

image image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss