Biglietti Arci per Expo 2015

Expo Milano 2015 è l'Esposizione universale che l'Italia ospiterà dal 1 maggio al 31 ottobre 2015. Come Arci è possibile prenota…

Il progetto "Il deserto intorno"

Arci ed Arcs sostengono "Il deserto intorno. L’esilio dimenticato del popolo Saharawi", il nuovo progetto fotografico di Giulio …

#LiberiDiVolare. Campagna tesseramento Arci 2015

All'interno le foto dei testimonial

'Col pareggio ci perdi', prosegue la raccolta firme

E' partita ufficialmente la campagna 'Con il pareggio ci perdi' a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare di revisione costituzionale per cancellare l’introduzione del principio di pareggio di bilancio nella nostra Costituzione, attraverso la modifica di alcuni articoli fra cui l’art.81. Info all'interno

Un'altra Difesa è possibile, continua la raccolta firme

La Campagna 'Un’altra Difesa è possibile' chiede a tutti i comitati locali di attivarsi per dare un nuovo impulso le Giornate di mobilitazione nazionale. La Campagna si concluderà a fine maggio 2015. Info all'interno

L'Arci solidale con Dijana Pavlovic insultata nella trasmissione "Piazza pulita" dal leghista Buonanno

Manifesto70x100_Dijana_Pavlovic.jpeg

L’Arci esprime la sua solidarietà e affettuosa vicinanza a Dijana Pavlovic, compagna di strada di tante battaglie per i diritti e  contro il razzismo, per le vergognose offese rivolte a lei e a tutti i rom e sinti dall’eurodeputato leghista Gianluca Buonanno durante la trasmissione Piazza Pulita. Non solo Buonanno ha ripetuto tutti i peggiori luoghi comuni sui rom, ma a favore del pubblico a casa e in studio – che lo ha pure applaudito –  ha calcato la mano con un “Voi rom siete la feccia della società”. Solo dopo le offese più gravi il conduttore è intervenuto per prenderne le distanze e zittire il pubblico plaudente, ma a quel punto Buonanno aveva potuto completare il suo show vergognoso. Qui il comunicato stampa dell'Arci 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

La Camera vota per riconoscere lo Stato di Palestina, ma anche no! Siamo alla farsa, su una questione terribilmente seria
palestina.jpg
Potremmo esultare, oggi, riferendoci alla votazione della Camera  che, con 300 voti a favore e 45 contrari, approva la mozione presentata dal Pd sul riconoscimento allo Stato di Palestina. Tuttavia non possiamo non rimarcare che, insieme a questa mozione ne è stata approvata una d
i segno molto differente che, con 237 voti favorevoli e 84 contrari, accoglie le richieste di Scelta Civica, Ncd e Udc (e dell'Ambasciata israeliana a Roma) e non prevede espressamente il riconoscimento diretto della Palestina. Una situazione paradossale, tutta tipicamente italiana, in cui il Governo dice sostanzialmente di sì a entrambe, nonostante le dichiarazioni del Ministro degli Esteri di questa mattina. Leggi all'interno il testo completo del comunicato stampa Arci e il comunicato della Rete della Pace.

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

La Cild lancia una petizione per chiedere a Renzi di riattivare Mare Nostrum

cild-italia_logo1.png
La CILD – Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti Civili – e le Associazioni che ne fanno parte hanno promosso una petizione sulla piattaforma change.org, chiedendo al Presidente del Consiglio Matteo Renzi di riattivare l’operazione Mare Nostrum e, parallelamente, premere sull’Unione Europea per la condivisione della responsabilità che riguarda le frontiere comuni dell’Unione.

All'interno il comunicato e le modalità per sottoscrivere l'appello

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Sostieni la campagna “Meno Giornali Meno Liberi” e firma per la riforma dell'editoria e per il pluralismo dell’informazione

 meno.jpg
Duecento giornali a rischio chiusura. Oltre tremila posti di lavoro in bilico. Trento milioni di copie in meno distribuite ogni anno e 500mila pagine internet dedicate all’informazione che potrebbero non esserci più. Per questo associazioni, sindacati e cooperative che operano nel campo dell’editoria e dell’informazione hanno lanciato l’appello “Meno giornali, meno liberi” con l’obiettivo di tutelare e garantire l’autonomia e il pluralismo dell’informazione e dare impulso ad una riforma dell’editoria. 
Tra i firmatari la presidente nazionale dell’Arci Francesca Chiavacci. All’interno il testo dell’appello e il link per sottoscriverlo.

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.pngMediterranea 17, iscrizioni fino al 31 marzo
bjcem.jpg
Bjcem e il Comune di Milano promuovono Mediterranea XVII Biennale Giovani Artisti, un evento internazionale multidisciplinare che si svolgerà a Milano, presso la Fabbrica del Vapore dal 22 al 25 ottobre 2015, e che prevede la partecipazione di oltre 300 artisti. Questa edizione, dal nome No food's land, pone l'attenzione sugli effetti dei processi di nutrizione, intesi come processi di scambio culturale e creativo e di formazione degli artisti. L'Arci sul territorio italiano selezionerà, a livello regionale e nazionale, diversi artisti nei campi dell'illustrazione e del fumetto, delle arti visive, della musica e della gastronomia,  della letteratura, del cinema e dello spettacolo dal vivo. All'interno, tutti i bandi e le informazioni per partecipare Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png
Cambiamo il sistema, non il clima! Costruire assieme il cammino verso (e oltre) Parigi 2015 
co2.jpg

Dal 30 novembre all’ 11 dicembre 2015 si terrà a Parigi la 21esima Conferenza delle Parti Onu sui cambiamenti climatici. A 6 anni di distanza dal vertice di Copenaghen, è la prima volta che finalmente l’attenzione sarà di nuovo concentrata sull’emergenza climatica. A Parigi verrà siglato con ogni probabilità l’accordo globale sul clima destinato nel 2020 a prendere il posto di Kyoto; accordo che rischia di essere una scatola vuota, e che tocca ai singoli governi riempire con impegni vincolanti ed azioni coerenti. All'interno l'appello "Cambiamo il sistema, non il clima!" promosso tra gli altri anche dall'Arci

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.pngTriangle, un film per parlare di donne e di diritti
triangle.jpg
L’immagine della locandina dell’ultimo film di Costanza Quatriglio Triangle (Italia, 2014, 63’) presenta un fitto e disordinato intreccio di linee in cui predomina il colore rosa. Il cuore dell’opera è proprio l’intreccio tra storie di vita e di lavoro di donne attraverso i secoli e i continenti. Purtroppo l’intreccio che Quatriglio rappresenta è quello di un lavoro operaio che costa il tributo di vite di donne, sottopagate, invisibili, non rappresentate. Le 146 operaie tessili della fabbrica denominata Triangle, quando nel 1911 prese fuoco l’ottavo piano del grattacielo di New York, morirono  sotto le macerie di un maglificio semiclandestino. Dopo 100 anni esatti, passati invano in termini di diritti, ancora il crollo di una fabbrica, in Italia a Barletta, con il sacrificio di 5  vite di donne. Leggi l'articolo di Ornella Pucci, coordinatrice Commissione nazionale Politiche di genere.
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Dal 24 al 28 marzo a Tunisi il Forum Sociale Mondiale

logo_fsm.jpg
Il prossimo Forum Sociale Mondiale si terrà a Tunisi dal 24 al 28 marzo. Dopo l’edizione del 2013, la prima nel Maghreb e una delle più grandi in assoluto nella storia dei Forum, tanta società civile mondiale si incontrerà nuovamente nel paese che ha continuato a difendere e consolidare, fra molte difficoltà e tanti pericoli, il processo di transizione democratica dopo la rivoluzione. Molte delle reti europee a cui l’Arci partecipa, e molti interlocutori della sponda sud del Mediterraneo, stanno lavorando sugli eventi che porteranno al Forum. Più informazioni all'interno
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

appuntamenti

image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss