Image and video hosting by TinyPic
Home > Aree Tematiche > Archivio Diritti > Diritti civili

Una generazione al centro del cambiamento dentro e fuori l’associazione
Ordine del giorno approvato al Congresso Nazionale Arci
giovani.jpg

Negli ultimi anni, in modo sempre più drammatico, sta esplodendo una questione generazionale nel nostro  Paese. 

I  giovani  italiani  sono  motivo  di  retorica  del  dibattito  pubblico.

Eppure  non  si risponde in alcun modo ad una generazione espulsa dai luoghi della formazione, penalizzata dallo smantellamento del sistema di welfare, dalle politiche di austerity e costretta a confrontarsi con un mercato  del lavoro  caratterizzato  dalla  precarietà  e dal  diffondersi  apparentemente inarrestabile della disoccupazione. Continua a leggere.

 


L’Arci che cresce

infanzia.jpg

Ordine del giorno per un riconoscimento del lavoro con bambine/i e ragazze/i nei circoli e nei territori

A fronte della positiva esperienza del lavoro del gruppo Infanzia ed Adolescenza (in particolare grazie ai risultati ottenuti nella relazione con Arciragazzi, nella pubblicazione del Manifesto Pedagogico di Arci e nel percorso formativo interno dedicato anche all’adolescenza) chiediamo che il Congresso impegni l’Arci a:

• Garantire la continuità di questo percorso, sia rafforzando le relazioni esistenti, sia costruendo nuove progettualità su tutto il territorio nazionale. Continua a leggere l'ordine del giorno.

 


Diciamo stop al femminicidio, mettiamo un punto alla violenza contro le donne

Ordine del giorno approvato al Congresso Nazionale dell'Arci

femminicidio-large300.jpgOgni giorno la cronaca ci racconta di crimini e atti violenti che attentano alla vita e alla dignità delle donne. Un interminabile elenco di delitti contraddistinti dalla ferocia con la quale uomini violenti - spesso legati alle vittime da vincoli relazionali o familiari - si accaniscono contro donne e ragazze. Nel nostro Paese il numero degli omicidi cala, ma aumenta quello dei femminicidi. Leggi l'ordine del giorno.

 

Giornata internazionale della donna

La Giornata internazionale della donna
La Giornata internazionale della donna fu istituita nei primi anni del Novecento per volontà di alcune politiche socialiste. L’8 marzo è anche il giorno in cui fu uccisa, da un gruppo di cristiani, Ipazia, la martire del pensiero laico e libero. La matematica di Alessandria, dunque, con difficoltà può essere accostata alle donne raccontate nella Bibbia, anche se alcune di loro, distintesi per coraggio e trasgressione, non sfigurano. Leggi qui l'articolo di Michela Faccioli della presidenza Arci

L'adesione dell'Arci alla manifestazione "Non una di meno" del 26 novembre

Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Il 26 novembre manifesteremo a Roma, tutte e tutti insieme contro la violenza maschile sulle donne. All'interno, la dichiarazione della presidente nazionale Arci Francesca Chiavacci, il testo dell'appello e i materiali grafici

Diritti al cuore!

La petizione che chiede la revoca del Fertility Day

Ha firmato anche la presidente nazionale Arci Francesca Chiavacci.

Entra e scopri come firmare

L'Arci aderisce a 'Partiamo da 20x20'

Partiamo da 20x20 è la nuova campagna promossa da Antigone: l’obiettivo è che, entro il 2020, il 20% del bilancio dell’Amministrazione penitenziaria venga speso per misure alternative

Stop omofobia! Continuano i Pride 2016

Stop omofobia: è il messaggio che stiamo portando nei Pride organizzati in tante città di tutta Italia

Perchè l'Arci era in piazza il 5 marzo

L’intervento di Francesca Chiavacci,  presidente nazionale Arci, dal palco della manifestazione ORA DIRITTI ALLA META! CHI AMA I DIRITTI LI VUOLE PER TUTT* del 5 marzo a Roma.

Perchè l'Arci era in piazza il 5 marzo

L’intervento di Francesca Chiavacci,  presidente nazionale Arci, alla manifestazione del 5 marzo a Roma accanto al movimento LGBTI

Ora diritti alla meta! Il 5 marzo a Roma manifestazione nazionale promossa dal Movimento LGBT

L'Arci sostiene e partecipa alla manifestazione nazionale promossa dal Movimento LGBT per sabato 5 marzo a Roma. L'appuntamento è per le ore 15 in Piazza del Popolo.

All’interno il comunicato stampa dell'Arci e la piattaforma politica della manifestazione.

DDL Cirinnà: la posizione dell'Arci

Dopo la decisione del M5S di non votare il c.d. emendamento canguro presentato dal senatore Marcucci, che avrebbe azzerato tutti gli altri emendamenti, il capogruppo del Pd Zanda ottiene una settimana di ‘riflessione’ e la ripresa dibattito del ddl Cirinnà viene rinviata al 24 febbraio.

Una sconfitta per tutti

Con il voto di fiducia al Senato di   oggi  sul testo di legge sulle unioni civili l'italia si dota per la prima volta di una legge che norma i diritti delle coppie conviventi, ma non è la legge che volevamo.

Una sconfitta culturale, per una discussione pubblica a tratti violenta, farcita di tesi discriminatorie e delegittimanti.

image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss