Oronero 2015

Il 9 febbraio alle 11 presso l'Aula Consigliare di Palazzo Spada sarà presentato Oronero 2015, olio realizzato dai ragazzi ospit…

Semi al vento

A Milano il 5 e 6 febbraio due giorni di riflessioni e performance sull'agricoltura contadina in Italia e nel mondo

Piena verità sulla morte di Giulio Regeni

Proviamo orrore e profonda indignazione per l'assassinio di Giulio Regeni. Aderiamo all'iniziativa promossa da Articolo 21 di listare a lutto i nostri siti e profili fb e twitter per chiedere alle autorità egiziane verità e giustizia per Giulio

L'Europa rimanga simbolo e faro di un percorso di libertà

Una barbarie inarrestabile sta investendo le società europee. Ma la vera vergogna di questa Europa è rappresentata dall'indifferenza. Noi continueremo ad affermare: Welcome refugees! L'Europa rimanga simbolo e faro di un percorso di libertà

Fuori la spesa sociale dal patto di stabilità!

La rete di Miseria Ladra, promossa da Libera e Gruppo Abele, la Campagna Sbilanciamoci, l’Arci e la Rete della Conoscenza promuovono la campagna (im)patto sociale rivolta agli amministratori locali, al Parlamento e al Governo italiano e alle istituzioni europee per chiedere di porre fine alle politiche di austerità. All'interno informazioni sulla campagna e su come aderire

Parte il primo dei Treni della Memoria 2016

Un viaggio nella storia e nella memoria per accompagnare le giovani generazioni alla comprensione del presente. Questo l’obiettivo del progetto Promemoria_Auschwitz. Oltre 600 giovani sono partiti da 4 regioni d'Italia e dal Tirolo diretti al Brennero, per il primo dei viaggi della Memoria 2016

Anche l'Arci per i diritti LGBTI

Dopo le piazze di #svegliatitalia e del Family Day, la legge sulle unioni civili approda al Senato. L'Arci continua la sua mobilitazione per i diritti delle persone LGBTI, nella consapevolezza che un diritto in più è una ricchezza per tutte e tutti

Referendum No Triv: si voti lo stesso giorno delle amministrative
Trivelle-in-mare-Terra-Nuova-aderisce-alla-richiesta-di-referendum.jpgAl Presidente del Consiglio il referendum sulle trivellazioni fa paura, perché sa che la maggior parte degli italiani è contraria a mettere a repentaglio il paesaggio, il mare e settori vitali dell’economia come il turismo e la pesca, per estrarre quantità irrisorie di petrolio e gas. Per questo prima ha cercato di vanificarne i quesiti facendo approvare in fretta e furia provvedimenti studiati ad hoc, poi, visto che almeno un quesito ha passato il vaglio della Corte,  passando al boicottaggio aperto. L’Arci chiede al Governo di fissare un Election Day, accorpando l’appuntamento referendario con il primo turno delle elezioni amministrative e invita a firmare la petizione per l’Election Day. Link e testo completo all'interno 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Ancora stragi terroristiche per ostacolare i negoziati di pace

download.jpgIl terrore globale continua a massacrare civili innocenti: quasi 200 vittime e oltre un centinaio di feriti il bilancio di due stragi avvenute nella giornata di ieri in Siria e Niger.
La matrice comune quella jihadista: a Damasco, nel quartiere sud della città e vicino al santuario sciita di Sayyda Zeinab, l'attentato con un'autobomba e alcuni kamikaze è stato rivendicato da Daesh; a Maiduguri le milizie terroristiche di Boko Haram hanno incendiato il villaggio abitato da donne e bambini. Leggi tutto...
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

L'Arci si mette in rete: il progetto Arci 2.0

arci_2.0.jpgFinalmente l’Arci si mette in rete per davvero. Scambiare buone pratiche, promuovere campagne di impegno civile e solidale, valorizzare il patrimonio culturale diffuso dei nostri circoli, mettere ogni socio al centro delle opportunità, delle iniziative, della partecipazione associativa. Arci 2.0 ha cominciato a costruire, con il seminario di Milano di fine gennaio, il progetto di comunicazione integrata del sistema complesso Arci. Articolo di Francesca Coleti, responsabile Area Sviluppo e governo del sistema complesso 
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Saperi di frontiera. Una campagna di Arci e Rete della Conoscenza

saperi.jpg
L’Europa, dalla Danimarca alla Francia alla Germania, è attraversata da venti d’intolleranza che soffiano sempre più impetuosi. I governi -  in particolare quelli guidati da partiti che fanno parte della  famiglia dei democratici e socialisti -  e le istituzioni europee  sono incapaci di rispondere alla strumentalizzazioni delle destre, anche di quelle al governo come in Ungheria. Le violenze di Colonia a capodanno hanno prodotto un dibattito del tutto fuorviante, rilanciando argomentazioni e analisi dai tratti decisamente razzisti. Articolo di Filippo Miraglia vicepresidente nazionale Arci

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Ritorno a Ventotene, dove vide la luce il sogno di un'Europa libera e unita

santo_stefano.jpg

Matteo Renzi ha acceso i riflettori su Ventotene - dove fra il 1941 e il 1944, nel tempo più buio, il sogno di una Europa di pace e di diritti vide la luce. In questa piccola isola, l’intelligenza lunga e visionaria di Spinelli, Rossi, Ursula Hirschmann e Colorni, confinati per antifascismo, scrissero il Manifesto per un’Europa libera e unita. Oggi l’Unione Europea rischia di frantumarsi, stritolata nelle spire di austerità, populismi, razzismi e persino nazismi. Tornare a Ventotene non è celebrare il passato, è promessa di impegno a fermare il disastro. Articolo di Raffaella Bolini, Relazioni internazionali Arci

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Libertà per gli attivisti dei diritti umani in Egitto!

timthumb.jpgIl 25 gennaio è stato il quinto anniversario della rivoluzione egiziana, che depose il Presidente Mubarak per instaurare democrazia e giustizia sociale. Invece gli attivisti dei diritti umani egiziani sono sempre più colpiti, minacciati, perseguitati in processi politici e condannati a lunghi anni di prigione. La rete Euromed Rights lancia una petizione per chiedere ai Ministeri degli Affari Esteri europei di fare pressioni sul Presidente Egiziano per il rilascio immediato di tutti gli attivisti per i diritti umani.  All'interno il link e le informazioni

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Le organizzazioni sociali tunisine sulle proteste in corso nel paese 
tunisia-proteste.jpeg"Seguiamo con grande inquietudine il movimento di protesta dei richiedenti lavoro cominciato nel Governatorato di Kasserine dopo il 17 gennaio. Esprimiamo il nostro disappunto per l’incapacità dei vari governi che si sono succeduti a tracciare una politica economica in linea con le rivendicazioni all’origine dei sollevamenti popolari che hanno attraversato la Tunisia dopo il 2008. Di seguito il testo completo della dichiarazione congiunta delle organizzazioni della società civile tunisina sui gravi fatti che stanno accadendo nel paeseSchermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Campagna per la candidatura delle isole greche al Nobel per la Pace
GettyImages-4843845361.jpgDall’inizio del 2015, oltre 800mila profughi sono arrivati via mare alle isole greche del Mar Egeo orientale. Per far fronte alla situazione critica, gli abitanti delle isole di Lesvos, Chios, Kos e Samos, insieme ai volontari, hanno aperto le loro braccia e le loro case accogliendo migliaia di persone in fuga dalla guerra.La loro concreta solidarietà ha contribuito a eliminare la paura e il razzismo, inviando un messaggio di solidarietà, di umanità e di sostegno che ha toccato l’intero pianeta. Per questo su Avaaz è stata lanciata una petizione online per candidare al Nobel gli abitanti delle isole greche e tutti i volontari per la loro prova di solidarietà. Info e link all'interno
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss