L’autunno sarà caldo, se non caldissimo per noi

19/07/2017

 

 

Prepariamoci e reagiamo

 

immigrazione-738x450.jpgdi Walter Massa, coordinatore nazionale del sistema Accoglienza Arci

 

Alla vigilia della pausa agostana una certa preoccupazione per quello che accadrà nel prossimo autunno sul fronte accoglienza/immigrazione c’è. Ed è più che una preoccupazione se dobbiamo dircela fino in fondo.

I segnali ci sono già tutti: rinvio approvazione ius soli, codice per le ONG, incuranza dell’Europa, totale menefreghismo dei paesi membri e sostanziale debolezza del nostro Governo, le elezioni politiche in primavera.

Aggiungiamoci una definitiva svolta reazionaria del Movimento 5 stelle (ci toccherà rimpiangere Beppe Grillo?), una sempre più marcata arroganza della Lega che fa da contraltare alla nullità, in tema di politiche progressive, delle forze democratiche. Un mix tremendo, amplificato, dicevamo, da quella che si prospetta come una campagna elettorale che è di fatto già partita con l’abbandono dello ius soli e arriverà sino alla primavera.

Un quadro fosco, terribile, per chi come noi sta in frontiera, con moschetto ed elmetto, a combattere i ‘giganti dell’odio’, alimentati dal grande (e sempre più sacro) fuoco dei media. No, non sarà facile la ripresa per questi motivi e per diversi altri a cominciare da una certa percezione di solitudine che avvertiamo giorno dopo giorno. Una solitudine di chi, come noi, pensa che non siamo di fronte a nessuna invasione e che al contrario l’immigrazione sia un fenomeno assolutamente gestibile ed anche un’opportunità per la nostra vecchia Europa. Purtroppo il coraggio e la visione lungimirante in politica non sono virtù comuni; anzitutto è relegato ad una sempre più marcata visione di piccolo cabotaggio, opportunistica e spesso dettata da logiche incomprensibili per l’opinione pubblica, tanto che il ricorso al capro espiatorio rimane l’unica alternativa praticabile per la politica. Ma, nonostante il quadro fosco, noi non possiamo permetterci il lusso di cadere in depressione o rintanarci. Dobbiamo prima di tutto amplificare ogni sforzo sul territorio, pensando proprio alle comunità in cui viviamo e operiamo. Sulle verità nascoste dell’accoglienza (e sono molte) occorre strutturare un lavoro ‘casa per casa’.

Non saremo mai in grado di fronteggiare l’offensiva mediatica ma possiamo, anche con il nostro diretto esempio, far comprendere la bontà e, soprattutto l’utilità della nostra azione associativa nel campo dell’accoglienza. Buone pratiche da esaltare, numeri da riportare in modo corretto e comparato, promozione di quelle che sono le reali difficoltà del sistema di accoglienza nazionale e quali le responsabilità, visto che tutte hanno nomi e cognomi.

Le Linee Guida da questo punto di vista ci danno una buona occasione per raccontare le cose come stanno e per raccontarci; raccontare cose che non si leggono sui giornali e non si ascoltano nei talk show. E quale platea più confacente se non quella dei nostri circoli e dei nostri soci? Ne abbiamo oltre 1 milione? Dobbiamo avere l’ambizione di raggiungerli tutti, uno per uno per far sentire loro, anche ai più restii, che noi siamo consapevolmente in campo, Da una parte e non dall’altra. Proprio loro che, questo sì, da noi hanno bisogno di essere rassicurati e coinvolti. Questo è un lavoro urgente, a mio modo di vedere, non più rimandabile e, se mi è concesso, la vera questione politica per eccellenza anche del nostro dibattito interno. Non tutti probabilmente siamo sulla stessa lunghezza d’onda sulle cose da fare, ma tutti avvertiamo il clima attorno a noi. E tutti, mi pare di poter affermare, sentiamo l’esigenza di far uscire l’immigrazione dalla cappa degli esperti e farla diventare la vera questione centrale dell’associazione. Non possiamo permetterci alcuna miopia in questa fase già complicata di suo. E, badate, non è questione di infantile campanilismo; è la realtà per le istituzioni e per la cittadinanza. È la realtà che già ci circonda.

Penso quindi sia necessario uno sforzo sovraumano da parte del gruppo dirigente dell’associazione, una virata decisa e coraggiosa sul terreno più minato di sempre. Consapevoli che abbiamo alla portata ogni sfida possibile e, nonostante la fase delicata, siamo soci e dirigenti di una solida e diffusa associazione che ha a cuore le sorti della propria comunità e del mondo. E non è questa una contraddizione.

 

ArciReport, 20 luglio 2017



Tags :

Posted by tiziana on
Ho avuto un prestito con il signor Francesco Boni

Avete bisogno di un prestito personale?
Sono madre di due figli a carico e senza sostiene finanziere dopo la morte del mio marito. Ero fortemente indebitato ed eravamo sul punto di essere espulso dell'affitto, ero nel disperazione totale quando un'amica mi ha dato il contatto del signor FRANCESCO BONI.
Infatti, il signor BONI mi ha conceduto un prestito di 18.000 euro e me ha permise di rimborsare i miei debiti. Quindi ho pagato il proprietario della casa e cominciare una piccola attività a potere garantire le necessità dei miei due bambini.

Per tutte le vostre necessità di finanziamento vi consiglio di contattare questo signor e troverete soddisfazione.
Per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo: ccjc@europe.com

Grazie di passare il messaggio.













































Ho avuto un prestito con il signor Francesco Boni

Avete bisogno di un prestito personale?
Sono madre di due figli a carico e senza sostiene finanziere dopo la morte del mio marito. Ero fortemente indebitato ed eravamo sul punto di essere espulso dell'affitto, ero nel disperazione totale quando un'amica mi ha dato il contatto del signor FRANCESCO BONI.
Infatti, il signor BONI mi ha conceduto un prestito di 18.000 euro e me ha permise di rimborsare i miei debiti. Quindi ho pagato il proprietario della casa e cominciare una piccola attività a potere garantire le necessità dei miei due bambini.

Per tutte le vostre necessità di finanziamento vi consiglio di contattare questo signor e troverete soddisfazione.
Per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo: ccjc@europe.com

Grazie di passare il messaggio.

























.
































.
















Ho avuto un prestito con il signor Francesco Boni

Avete bisogno di un prestito personale?
Sono madre di due figli a carico e senza sostiene finanziere dopo la morte del mio marito. Ero fortemente indebitato ed eravamo sul punto di essere espulso dell'affitto, ero nel disperazione totale quando un'amica mi ha dato il contatto del signor FRANCESCO BONI.
Infatti, il signor BONI mi ha conceduto un prestito di 18.000 euro e me ha permise di rimborsare i miei debiti. Quindi ho pagato il proprietario della casa e cominciare una piccola attività a potere garantire le necessità dei miei due bambini.

Per tutte le vostre necessità di finanziamento vi consiglio di contattare questo signor e troverete soddisfazione.
Per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo: ccjc@europe.com

Grazie di passare il messaggio.








.








.




































Ho avuto un prestito con il signor Francesco Boni

Avete bisogno di un prestito personale?
Sono madre di due figli a carico e senza sostiene finanziere dopo la morte del mio marito. Ero fortemente indebitato ed eravamo sul punto di essere espulso dell'affitto, ero nel disperazione totale quando un'amica mi ha dato il contatto del signor FRANCESCO BONI.
Infatti, il signor BONI mi ha conceduto un prestito di 18.000 euro e me ha permise di rimborsare i miei debiti. Quindi ho pagato il proprietario della casa e cominciare una piccola attività a potere garantire le necessità dei miei due bambini.

Per tutte le vostre necessità di finanziamento vi consiglio di contattare questo signor e troverete soddisfazione.
Per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo: ccjc@europe.com

Grazie di passare il messaggio.
Posted by Elena on
Cari cacciatori di prestiti

Tu in tutte le difficoltà finanziarie? Vuoi iniziare la tua attività? Questa società di prestiti è stata istituita organizzazioni per i diritti umani in tutto il mondo al solo scopo di aiutare i poveri e le persone con difficoltà finanziarie di vita. Se si desidera richiedere un prestito, rivolgiti a noi con i dettagli riportati di seguito email: elenanino0007@gmail.com

Nome:
Importo prestito richiesto:
Durata del prestito:
Numero di cellulare:

Grazie e Dio benedica
FIDUCIA
Elena
Posted by Elena on
Cari cacciatori di prestiti

Tu in tutte le difficoltà finanziarie? Vuoi iniziare la tua attività? Questa società di prestiti è stata istituita organizzazioni per i diritti umani in tutto il mondo al solo scopo di aiutare i poveri e le persone con difficoltà finanziarie di vita. Se si desidera richiedere un prestito, rivolgiti a noi con i dettagli riportati di seguito email: elenanino0007@gmail.com

Nome:
Importo prestito richiesto:
Durata del prestito:
Numero di cellulare:

Grazie e Dio benedica
FIDUCIA
Elena
Lascia un Commento



(Il tuo indirizzo email non sarà visualizzato pubblicamente.)



image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss