I treni per Cracovia, Auschwitz e Birkenau

25/01/2017

 

 

Un viaggio nella storia e nella memoria

 

16003323_1264265553623072_5366079567658600275_n.jpgUn viaggio nella storia e nella memoria per accompagnare le giovani generazioni alla comprensione del presente. Questo l’obiettivo del progetto Promemoria_Auschwitz. In questa quarta edizione, promossa dall’associazione Deina e dall’Arci, più di 1300 giovani, fra i 16 e i 18 anni, provenienti da 7 regioni italiane, parteciperanno a un percorso di educazione alla cittadinanza, che vede il suo momento più importante nel viaggio in treno che li porterà a Cracovia e agli ex lagher di Auschwitz e Birkenau.

Quest’anno i viaggi saranno due, per far fronte alle numerosissime richieste di partecipazione giunte agli organizzatori.

Il primo treno partirà dal Brennero il 2 febbraio e farà ritorno l’8, il secondo il 10 per tornare il 16.  I viaggi saranno preceduti da numerosi incontri di formazione, volti ad approfondire il contesto storico della seconda guerra mondiale e delle deportazioni. Questi incontri, gestiti da esperti, saranno anche un’occasione per i partecipanti per iniziare a conoscersi, per condividere opinioni e punti di vista, gettando le basi di quel percorso di crescita comune che si compirà nel corso del viaggio.

12717430_531621906997912_3288225798562792115_n.jpgA Cracovia i ragazzi visiteranno alcuni dei luoghi fondamentali per ripercorrere quel periodo storico: l’ex ghetto ebraico, la fabbrica-museo dedicata alla vita di Oskar Schindler e all’occupazione nazista della città, il quartiere ebraico di Kazimierz.

Una giornata sarà invece dedicata alla visita agli ex lager di Auschwitz e Birkenau, dove persero la vita più di un milione di persone. Nel corso del viaggio i giovani scriveranno le loro impressioni, si confronteranno tra loro e con esperti, vedranno film e spettacoli teatrali, parteciperanno a una assemblea finale dove parleranno di temi d’attualità e rifletteranno sul loro ruolo di cittadini oggi.

Al ritorno dal viaggio, saranno organizzati momenti di restituzione alla cittadinanza, per condividere impressioni e riflessioni.

Il progetto è realizzato in collaborazione e col sostegno di molti enti che si occupano di storia, di memoria e formazione. Ha il patrocinio del Senato e di altri enti pubblici.

 

IL PROGETTO

Promemoria_Auschwitz è un progetto di educazione alla cittadinanza europea pensato per accompagnare le giovani generazioni alla scoperta e alla comprensione della complessità del mondo che ci circonda a partire dal passato e dalle sue narrazioni, affinché possano acquisire lo spirito critico necessario a un protagonismo come cittadini nel presente. Il progetto didattico rivolto ai partecipanti è diversificato, sia per quanto riguarda gli approcci disciplinari utilizzati, sia per quanto riguarda gli strumenti didattici. Durante tutte le fasi del progetto verranno quindi proposti:

• momenti di approfondimento frontale che permetteranno di accrescere la conoscenza degli eventi e i diversi approcci possibili al tema della Shoah e delle deportazioni. I ragazzi avranno la possibilità di confrontarsi con storici, antropologi, scienziati sociali e diversi operatori professionali;

promemoria_auschwitz.jpg• attività educative di natura laboratoriale realizzate secondo le tecniche e con l’ausilio di strumenti propri dell’educazione non formale: workshop, role play, focus-group, simulazioni e discussioni guidate, attraverso cui i giovani partecipanti sperimenteranno il potere formativo del learning by doing;

• viaggio come momento di riflessione individuale e collettiva intorno ai temi del progetto;

• visita ad Auschwitz-Birkenau, alla fabbrica di Oskar Schindler e al Ghetto nazista di Cracovia, una sorta di ‘pedagogia dell’esperienza’, attraverso la quale stimolare una capacità di riflessione critica;

• teatro come strumento didattico che permette di avvicinare i giovani alle tematiche affrontate attraverso un processo di immedesimazione, veicolando tematiche storiche e sociali attraverso un ulteriore, e per i ragazzi spesso nuovo, linguaggio;

• meeting collettivo a Cracovia, volto alla condivisione dell’esperienza da parte dei partecipanti attraverso il confronto con professionisti;

• momenti di restituzione alla cittadinanza organizzati dai partecipanti una volta tornati dal viaggio. Grazie al supporto dei tutor, i giovani organizzeranno eventi di testimonianza, restituzione e condivisione dell’esperienza ai propri coetanei e alla collettività di riferimento, in modo da ampliare esponenzialmente la ricaduta del progetto sulla cittadinanza.

Info: www.deina.it

 

ArciReport, 26 gennaio 2017



Tags :

Lascia un Commento



(Il tuo indirizzo email non sarà visualizzato pubblicamente.)



image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss