Con Arci Modena la Rassegna del reale

Giunta al suo quinto anno di vita "La rassegna del reale", che ha come filo rosso il conflitto dal punto di vista geopolitico, s…

Il progetto "Il deserto intorno"

Arci ed Arcs sostengono "Il deserto intorno. L’esilio dimenticato del popolo Saharawi", il nuovo progetto fotografico di Giulio …

#LiberiDiVolare. Campagna tesseramento Arci 2015

All'interno le foto dei testimonial

'Col pareggio ci perdi', prosegue la raccolta firme

E' partita ufficialmente la campagna 'Con il pareggio ci perdi' a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare di revisione costituzionale per cancellare l’introduzione del principio di pareggio di bilancio nella nostra Costituzione, attraverso la modifica di alcuni articoli fra cui l’art.81. Info all'interno

Un'altra Difesa è possibile.Giornate di mobilitazione il 27 e 28 febbraio e il 1 marzo

La Campagna 'Un’altra Difesa è possibile' chiede a tutti i comitati locali di attivarsi per dare un nuovo impulso le Giornate di mobilitazione nazionale indette nei giorni 27 e 28 febbraio e 1 marzo. La Campagna si concluderà a fine maggio 2015. Info all'interno

Al becero razzismo e agli insulti di Salvini l'Arci risponde che il vero business è quello dei trafficanti

640x360_C_2_video_517096_videoThumbnail.jpg
Ospite ormai fisso di talk show e telegiornali, il segretario della Lega Matteo Salvini continua a dare il peggio di sé, contando sull’audience e il consenso che il suo becero razzismo raccoglie. Nell’ultima puntata di ‘Quinta colonna’, una trasmissione che va in onda su Rete 4, il suo bersaglio sono stati dirigenti e soci di un circolo Arci toscano, “colpevoli” di gestire una struttura di accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo, un vero ‘business’ secondo Salvini, a cui non par vero di poter confondere gli spettatori mettendo insieme lo scandalo di mafia capitale, le occupazioni delle case popolari, e l’onesto e generoso lavoro svolto dai volontari e dagli operatori Arci. Leggi all'interno il comunicato stampa Arci
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png
A Bari il workshop "New slavery in the italian domestic-care sector" 

cartolina_Fronte.png
In occasione del viaggio europeo della Carovana internazionale antimafie, la città di Bari ospiterà il workshop “New slavery in the italian domestic-care sector”, che porterà attori istituzionali, società civile e corpi intermedi a confrontarsi sul tema dello sfruttamento lavorativo nel settore della cura domestica. Il workshop si svolgerà il 27 e 28 febbraio; sono quattro le sessioni a cui è possibile partecipare. Iscrizioni ancora aperte, informazioni e scheda di iscrizione all'interno

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Guerra e intervento militare non sono soluzioni per la martoriata Libia

focus_libia_grande2.png
Il caos libico non accetta scorciatoie, semplificazioni e improvvisazione. L’intervento armato non può che aggravare la situazione. Fermare la violenza in Libia, contrastare le milizie affiliate ad ISIS e tutti i gruppi armati è possibile senza più ripetere gli errori del passato, senza gettare ulteriore benzina sull’incendio. L’intervento del 2011 dimostra pienamente in questi giorni tutto il proprio fallimento. La situazione è drammatica in tutta la regione del Medio Oriente e dell’Africa Sub Sahariana, non solamente in Libia, e occorre agire con urgenza per mettere in sicurezza vite umane, per fermare le azioni criminali e terroriste, per ricomporre e riconciliare le diverse comunità etniche e religiose dell’intera regione. All'interno il testo congiunto diffuso da Rete della Pace, Campagna Sbilanciamoci e Rete Italiana per il Disarmo
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Un appello di Arci, Cgil, Libera, Acli, Legambiente, Gruppo Abele e Uil dopo le ultime stragi nel Mediterraneo

120323606-0f023d0d-745f-4f5f-8244-2dd2a3e90cb8.jpg


Si apre con una nuova tragedia il 2015 nel Mediterraneo, con centinaia di profughi morti, assiderati o annegati. Una tragedia che non può essere attribuita soltanto al cinismo di chi ha costretto queste persone a imbarcarsi nonostante il freddo invernale e le condizioni avverse del mare. Questa ennesima strage poteva essere evitata se il governo italiano non avesse deciso di sospendere Mare Nostrum, sostituendo un’azione dedicata alla ricerca e al soccorso in mare con l’operazione Triton, le cui finalità sono tutt’altre, e cioè il controllo e la sicurezza delle frontiere entro un raggio assai limitato. Il testo completo dell'appello all'interno

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Mediterranea 17, iscrizioni fino al 31 marzo
bjcem.jpg
Bjcem e il Comune di Milano promuovono Mediterranea XVII Biennale Giovani Artisti, un evento internazionale multidisciplinare che si svolgerà a Milano, presso la Fabbrica del Vapore dal 22 al 25 ottobre 2015, e che prevede la partecipazione di oltre 300 artisti. Questa edizione, dal nome No food's land, pone l'attenzione sugli effetti dei processi di nutrizione, intesi come processi di scambio culturale e creativo e di formazione degli artisti. L'Arci sul territorio italiano selezionerà, a livello regionale e nazionale, diversi artisti nei campi dell'illustrazione e del fumetto, delle arti visive, della musica e della gastronomia,  della letteratura, del cinema e dello spettacolo dal vivo. All'interno, tutti i bandi e le informazioni per partecipare Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png
Al via la campagna Unar 'Spegni le discriminazioni, accendi i diritti' 
campagna_unar.jpg
La lotta contro le discriminazioni è e deve essere un impegno quotidiano, perché, come la storia ci insegna, tutti noi potremmo essere vittima di discriminazione e perché una società che discrimina è una società in cui si vive male. È però evidente che questa lotta sia ancor più necessaria in un periodo, come quello attuale, di crisi economica e sociale, di nuovi allarmismi spesso alimentati con l’obiettivo di ottenere qualche voto in più o di vendere qualche copia in più, che continuano ad individuare nel ‘diverso’ il facile capro espiatorio di tutti i problemi, che ovviamente hanno altre origini. All'interno, l'articolo di Mauro Valeri dell'Unar
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Dal 24 al 28 marzo a Tunisi il Forum Sociale Mondiale

logo_fsm.jpg
Il prossimo Forum Sociale Mondiale si terrà a Tunisi dal 24 al 28 marzo. Dopo l’edizione del 2013, la prima nel Maghreb e una delle più grandi in assoluto nella storia dei Forum, tanta società civile mondiale si incontrerà nuovamente nel paese che ha continuato a difendere e consolidare, fra molte difficoltà e tanti pericoli, il processo di transizione democratica dopo la rivoluzione. Molte delle reti europee a cui l’Arci partecipa, e molti interlocutori della sponda sud del Mediterraneo, stanno lavorando sugli eventi che porteranno al Forum. Più informazioni all'interno
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Per la dignità e il riconoscimento della più numerosa minoranza europea

Romano-Dives1_large.jpg
50mila firme per dare dignità e riconoscimento alla più grande minoranza  europea. Nel nostro paese i Rom e i Sinti  sono una minoranza presente dal 1400. Negli ultimi 25 anni si sono aggiunti rom profughi dalla guerra in ex Jugoslavia e rom in fuga dalle drammatiche condizioni di vita di paesi come la Romania. Si tratta di  circa 150mila persone, in maggioranza di cittadinanza italiana, da sempre considerati gli ultimi, gli estranei, da secoli discriminati e tenuti ai margini. Popolo senza terra, da sempre  refrattario alla guerra. All'interno l'articolo di Claudio Graziano, Arci Roma
 Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

appuntamenti

image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss