In Sardegna Cinema sotto le stelle

Arci CIC Iglesias e La gabbianella fortunata organizzano due arene estive di Cinema sotto le stelle. Dettagli all'interno

Cinema intorno al Vesuvio

Ha inaugurato il 25 giugno la XXII edizione di Cinema intorno al Vesuvio, storica rassegna estiva a cura di Arci Movie

La tua firma x 3 buone cause Codice Fiscale 97054400581

Fatti un campo! Anche quest’anno, dalla Lombardia alla Sicilia, i campi e i laboratori antimafia

Giunti alla nona edizione, i campi – promossi dall’Arci con Cgil, Spi Cgil, Flai Cgil – saranno organizzati in Lombardia, Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Puglia, Campania, Calabria e Sicilia. Iscrizioni dal 1° aprile su www.campidellalegalita.it

#LiberiDiVolare. Campagna tesseramento Arci 2015

All'interno le foto dei testimonial

Con il pareggio ci perdi. E' ora di cambiare le cose

Prosegue la campagna 'Con il pareggio ci perdi' a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare di revisione costituzionale per cancellare l’introduzione del principio di pareggio di bilancio nella nostra Costituzione, attraverso la modifica di alcuni articoli fra cui l’art.81. Info all'interno

Per un'Europa fondata sui valori della democrazia e della solidarietà, non sulla finanza e la tecnocrazia 

grecia-150211183203.jpg

Da troppo tempo il progetto dell'Europa unita resta schiacciato su uno schema in cui la politica soggiace alle ragioni della tecnocrazia e della finanza. Di fronte alla resistenza del governo greco, questo schema ha generato un cortocircuito che non solo rischia di abbattersi sui cittadini ellenici ma mette in pericolo le basi che fondano il progetto dell'Europa unita. Per questo pensiamo che in queste ore drammatiche stiamo assistendo ad una crisi che travalica il conflitto tra Grecia e vertici Ue. In realtà, si contrappongono, come non mai, due visioni di Europa. All'interno il testo del comunicato stampa e l'appello "No all'austerità, sì alla democrazia!"
 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Per fermare l'Is serve una nuova politica di pace, di cooperazione e di solidarietà

attentato-tunisia-default.jpgTunisia, Kuwait e Francia sono al centro di terribili e feroci attentati. Se nel caso francese la matrice dell’attentato è  per ora  più incerta, non vi sono dubbi che i 25 assassinati dal kamikaze in Kuwait e la strage di Sousse in Tunisia facciano parte  dell’offensiva sanguinosa che l’Is ha deciso di scatenare proprio in occasione del Ramadan. Ancora una volta si colpisce la Tunisia. Leggi il comunicato dell'Arci
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

26 giugno: Giornata mondiale contro la tortura. Italia ancora inadempiente
chiamiamolatortura.pngTortura in Italia: anche i primi sei mesi del 2015 sono trascorsi nel segno della impunità. L’Italia non si è mai adeguata fino in fondo allo Statuto della Corte voluta dall’Onu. Tra i crimini che la Corte è deputata a giudicare vi è la tortura. Non essendovi il delitto nel nostro codice penale sarà ben difficile arrestare quel militare o dittatore che si è macchiato di questo crimine all’estero e viene a trovare rifugio in Italia. I torturatori di tutto il mondo possono scegliere di venire in Italia come se fosse un paradiso criminale. Leggi l'articolo di Patrizio Gonnella, presidente Cild e Antigone 
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

E ora il governo si inventa l’accoglienza ‘differenziata’, l’ennesimo tentativo di confondere le acque per nascondere la sua inettitudine 

migranti-6751.jpg
Il Governo, per far fronte al caos dell’accoglienza in Italia, di cui è il principale responsabile, avanza proposte che questa confusione aumenteranno, inventandosi nuove strutture ‘chiuse’ o ‘aperte’ di accoglienza e tentando una suddivisione del tutto arbitraria tra persone meritevoli di accoglienza e no, e tra regioni del nord e del sud. Un po’ di fumo per nascondere l’incapacità dimostrata finora di pianificare gli interventi e di costruire un sistema efficace e rispettoso della dignità delle persone. All'interno il testo del comunicato stampa Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Una Summer School di riflessione e proposta sull'antirazzismo


prima_ar_23.jpgLa XXI edizione del Meeting Internazionale Antirazzista si intitolerà Mare aperto e si presenta ai nastri di partenza con diverse novità di cui essere contenti.
La prima è il ritorno nell’area della splendida Marina di Cecina; la seconda, più importante, è il tentativo di rilanciare il Meeting come il luogo principale dell’analisi, dell’elaborazione e dell’aggiornamento del movimento antirazzista nazionale. All'interno, l'articolo di Walter Massa, responsabile nazionale Arci Immigrazione e Asilo
Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png
Chi mette la fiducia sulla scuola non ha fiducia nella scuola 

scuola_che_cambia_il_paese.jpgLa fiducia posta per far passare il DDL sulla scuola evidenzia tutta la debolezza della proposta del governo e tutta la forza della protesta che il mondo della scuola ha messo in campo. La scelta della fiducia, dopo mesi di messaggi pubblicitari sul dialogo e il confronto, è grave e irresponsabile, aumenta le distanze con il mondo dell’istruzione e il Paese, e determina una forzatura istituzionale. Il voto parlamentare di fiducia non ha alcuna legittimazione d’urgenza in quanto le assunzioni - su cui c’era accordo - vengono in gran parte rinviate di un anno, e i provvedimenti sui temi che invece richiedono di aprire un’ampia discussione vengono applicati subito. Testo completo all'interno Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

In piazza San Giovanni l'arretratezza e l'inciviltà
 

stop_gender.jpgFamily Day: 1 milione di persone in piazza, 400mila per chi verifica la capienza degli spazi.  Ma questa diatriba scorre in secondo piano, una presenza massiccia, visibile ed organizzata ha sfilato per le strade di Roma per difendere la famiglia tradizionale contro l’ideologia gender. Questo lo striscione sul retropalco in Piazza San Giovanni:«Difendiamo i nostri figli, stop gender nelle scuole». Leggi l'articolo di Maria Chiara Panesi, coordinatrice Arci Laicità e diritti civiliSchermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

La campagna di raccolta fondi per il Festival Circomondo


Circomondo_2012_-_foto_gruppo.JPGTra il 26 e il 28 di giugno si tiene a San Gimignano Circomondo Festival, manifestazione che chiama a raccolta alcune delle più significative esperienze di circo sociale italiane, europee e internazionali. Le realtà circensi che verranno presentate durante il Festival sono quelle che si occupano di inclusione sociale dei bambini e delle bambine in difficoltà dall’Afghanistan a Scampia, dalla Palestina al Brasile fino al Kenia. Per sostenere il progetto e il circo sociale di Haiti, con Carretera Central  e Arci Siena, i promotori del progetto – è  stata attivata una campagna di raccolta fondi (crowdfunding) in rete grazie alla collaborazione con Distribuzioni dal Basso e il network di Banca Etica. All'interno le informazioni su come donare. Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Le periferie al centro. Si conclude a Bruxelles la prima parte della Carovana Antimafie

 

carovana_logo_scritta_nera.jpgCon la tappa a Bruxelles in programma per il 30 giugno si conclude la prima parte del viaggio della Carovana Antimafie. Partita da Reggio Calabria il 10 giugno, la Carovana ha attraversato Calabria, Basilicata, Campania, Umbria, Marche, Emilia Romagna, Toscana, e concluderà la prima parte a Bruxelles. All'interno il comunicato stampa e il programma della tappa a Bruxelles.

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Un osservatorio sulle politiche di esternalizzazione

monitoring.jpg
Il Consiglio Europeo che comincia oggi a Bruxelles metterà al centro del dibattito l’immigrazione, ufficializzando la linea dura, quella dell’espulsione e della chiusura. In risposta alle proposte  delle istituzioni europee e soprattutto italiane che vedono  la collaborazione con i  paesi di origine e transito come una soluzione per  bloccare e rinviare i migranti, l’Arci lancia il progetto Monitoraggio delle politiche di esternalizzazione sull’immigrazione.Il progetto si iscrive nel quadro delle attività svolte con le reti europee e mediterranee di cui fa parte: Migreurop, Euromed Rights e Solidar. All'interno il testo del comunicato stampa di lancio del progetto

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Il Consiglio UE dei ministri degli Esteri dà il via libera alla missione EuNavFor
 

n-MISSIONE-NAVALE-large570.jpgI ministri degli Esteri UE, all’unanimità, hanno ufficialmente dato il via libera alla prima fase della missione militare contro gli scafisti. Il ministro italiano Gentiloni, commentando la decisione, ha dichiarato solennemente “la solidarietà non è un optional”. Ci sarebbe da sorridere di fronte a parole usate così a sproposito, se la situazione non fosse davvero tragica. Testo del comunicato stampa all'interno. Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

appuntamenti

image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss