Mediterranea saving humans

Tanti i progetti di circoli e comitati Arci in sostegno del progetto

L’Arci, con la sua rete di comitati e circoli, ha deciso di mettersi a disposizione, insieme a tante altre associazioni e insieme a molte  personalità del mondo della cultura, del progetto “Mediterranea, la missione di monitoraggio per testimoniare e denunciare ciò che sta accadendo nel Mediterraneo centrale. Dopo che le Ong sono state costrette ad abbandonarlo, da quest’estate una persona ogni sei che si mette in mare, fuggendo dalla Libia, muore nel silenzio  e nell’indifferenza.

Nessuno può testimoniare, ed eventualmente portare aiuto a chi si trova in pericolo di vita.

E’ intollerabile sapere che tante tragedie si consumano nell’invisibilità e senza che vi sia alcun soccorso.

Una nave, la Mar Ionio, è in missione (che durerà alcuni mesi con interventi di 15 giorni) proprio per questo: monitorare, chiamare i soccorsi, aiutare se necessario, testimoniare e denunciare ciò che accade, nel rispetto delle leggi internazionali e del mare, comprese quelle che impongono, ove necessario, il salvataggio della vita umana.

L’avvio del progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione con Banca Etica che ha concesso un prestito per far fronte alle necessità operative, supervisiona le attività di raccolta fondi e offre consulenza e tutoraggio economico.

Il progetto, infatti, conta di reperire le risorse necessarie grazie all’aiuto di tante persone, associazioni e gruppi che trovano inaccettabile che ogni mese muoiano centinaia di persone vicino alle coste italiane.

Anche l’ARCI ha deciso di sostenere questo progetto e con i suoi comitati e circoli sta promuovendo un fitto calendario di iniziative in tutta Italia per promuoverlo.

Si può sostenere il progetto partecipando a una delle tante iniziative di sostegno a Mediterranea o facendo una donazione con causale “Progetto Mediterranea”sul  C/c presso Banca Popolare Etica,  intestato ad ARCI – SOLIDARIETA’ ARCI, alle coordinate IT 06 S 05018 03200 000011453503.

Info e aggiornamenti su mediterranearescue.org