Consiglio nazionale Arci del 27 ottobre: gli ordini del giorno

Un altro mondo è possibile

L'Arci al Forum Sociale Mondiale 2015

Scarica
24 agosto 2015

La storia dell’Arci si è ormai strettamente intrecciata con quella, molto più lunga, delle migrazioni nel mondo contemporaneo. Si potrebbe dire che tutta la storia dell’umanità è legata ai processi migratori. Così si è popolato lungo i millenni l’intero pianeta.

Ma se le migrazioni dei nostri lontani antenati muovevano dal continente africano spinte prevalentemente da spirito d’avventura e dal bisogno di conoscenza, ora sono determinate da un bisogno più urgente e primario, quello della sopravvivenza.

Siamo quindi orgogliosi che la storia della nostra associazione oggi incontri quella della tragedia dei moderni processi migratori. Vogliamo
che l’Arci sia sempre in prima linea contro il razzismo e la xenofobia, che nel nostro paese assume addirittura in alcune regioni una dimensione istituzionale e di governo. Contro la logica della fortezza Europa che ha trasformato il Mediterraneo in un cimitero liquido.

Vogliamo che il nostro impegno, sempre attivo nei forum mondiali, come nell’ultimo di Tunisi, si intensifichi e si articoli sempre più su scala nazionale e internazionale, costruendo solidi legami con tutte quelle organizzazioni che, in varie parti del mondo e con modalità diverse, combattono questa modernissima e antichissima barbarie che fa del migrante un nemico da combattere.