Consiglio nazionale Arci del 27 ottobre: gli ordini del giorno

Due anni senza Giulio e senza verità

Il 25 gennaio 2016 veniva fatto sparire al Cairo Giulio Regeni

Il 25 gennaio 2016 spariva al Cairo Giulio Regeni.  Il suo nome veniva così ad aggiungersi alle tante vittime di sparizioni forzate che si registrano nell’Egitto di al-Sisi.

Il 3 febbraio, nove giorni dopo, il suo corpo senza vita e con chiari segni di torture fu rinvenuto sul ciglio di una strada nella capitale egiziana..

A due anni dalla sua sparizione, nulla si sa ancora sugli autori del rapimento, delle orribili torture cui fu sottoposto e  della sua uccisione. Le autorità egiziane non hanno fornito nessuna significativa informazione alla magistratura italiana che indaga sull’omicidio, e la loro mancata collaborazione è indicativa dell’omertà che si vuole mantenere su esecutori e mandanti della morte di Giulio.

Intanto, il governo italiano ha riaperto la sua sede diplomatica al Cairo, da cui aveva in un primo momento richiamato l’ambasciatore come forma di pressione sulle istituzioni egiziane perché si arrivasse alla verità.

Noi ostinatamente continueremo a chiedere verità e giustizia per Giulio e il 25 prenderemo parte alle fiaccolate organizzate in tutta Italia per ricordalo.