Consiglio nazionale Arci del 27 ottobre: gli ordini del giorno

Nasce il Coordinamento Laicità Scuola Salute

Arci aderisce al Coordinamento Laicità Scuola Salute, una realtà promossa da Agedo e da molte altre associazioni impegnate per i diritti LGBT per una scuola laica, inclusiva e sicura. Uno dei primi atti del coordinamento sarà la presentazione al mondo della politica di una proposta per affrontare il tema dell’emergenza educativa legata alla salute sessuale e al bullismo, che interessa sempre più da vicino i nostri figli e le nostre figlie.

Agedo (associazione di genitori, parenti e amici di persone LGBT) da circa 25 anni collabora con istituzioni, enti e scuole per la riduzione dei pregiudizi sull’omosessualità, per la corretta informazione, per il contrasto all’omofobia, attraverso progetti educativi sul rispetto delle differenze e le pari opportunità. Dal 2015 fa parte del FoNAGS (Forum Nazionale Genitori Scuola), presso il MIUR, ma il primo protocollo d’intesa risale all’ormai lontano 2000.

LAICITASCUOLA-TW-FB.jpg

L’istituzione scolastica svolge un ruolo fondamentale nel percorso formativo dei nostri figli. Compito della scuola, è anche accompagnare i giovani nel processo di crescita psicologica. La scuola è un’importante agenzia di socializzazione, non può quindi non affrontare tematiche relative al benessere dei giovani, sia come singoli, sia in rapporto al gruppo dei pari. L’adolescenza è il periodo evolutivo di transizione dall’età infantile a quella adulta. Il/la giovane Lgbt affronta questo processo in modo più difficile e doloroso: 3 persone  Lgbt su 4 hanno subito ingiurie o minacce a scuola, e 1 su 3 ha subito soprusi o maltrattamenti fisici. Si stima che quasi metà degli episodi di bullismo sia legato all’orientamento sessuale o all’identità di genere. Nel medio-lungo termine, l’esposizione a queste situazioni di stress può portare all’abbandono scolastico, ad atti autolesionistici fino al suicidio.

In questi anni abbiamo assistito a un attacco continuo a chi porta avanti posizioni di apertura qualificate come ‘teoria o ideologia del gender’. È sembrato che ci si dovesse continuamente giustificare rispetto a posizioni ascientifiche ed ideologiche di facile presa.

Di fatto si impedisce che nella scuola italiana, laica e plurale, si affrontino in modo adeguato le tematiche dell’affettività e della sessualità.

Per questi motivi abbiamo dato  vita ad un Coordinamento Laicità Scuola Salute formato, oltre che da noi, da Coordinamento Genitori Democratici, Educare alle differenze – Rete Nazionale per la valorizzazione delle differenze nelle scuole, Famiglie Arcobaleno, GAYCS – Dipartimento Lgbt di AICS, Associazione Italiana Cultura Sport, GAYNET – Media, formazione e temi Lgbti, Rete Genitori Rainbow.

E’ stato lanciato un manifesto programmatico (si può leggere qui: www.laicitascuolasalute.it/proposta-sessualita-laica-scuola-inclusiva-sicura) cui chiediamo una forte adesione sia da parte di singoli che di associazioni. Tra quelle che vi hanno prontamente aderito e che ringraziamo è l’Arci.

Info: www.agedonazionale.org