Consiglio nazionale Arci del 27 ottobre: gli ordini del giorno

Spiacente, Signore, non posso sparare

 

Soldati-che-sparano.jpgL’associazione israeliana B’Tselem ha lanciato la campagna Spiacente, Signore, non posso sparare, facendo appello ai soldati perché si rifiutino di sparare sui manifestanti a Gaza.

«Sparare su manifestanti disarmati è illegale, e ordinare di farlo è un reato grave. La responsabilità di questi ordini illegali e delle loro conseguenze mortali è tutta dei politici e, in particolar modo, del primo ministro israeliano, del ministro della difesa e del capo di stato maggiore. E spetta a loro l’obbligo di cambiare immediatamente queste regole, al fine di evitare che vi siano altre vittime. Ma anche obbedire a ordini palesemente illegali è un reato.

Quindi, se i soldati in servizio continuano a ricevere l’ordine di sparare su civili disarmati, essi hanno il dovere di rifiutarsi di obbedire».

Il testo completo dell’appello è su www.btselem.org