Consiglio nazionale Arci del 27 ottobre: gli ordini del giorno

Una piazza per Angelo

Il Comune di Monterotondo, la Fondazione Angelo Frammartino e la Casa della Pace Angelo Frammartino hanno promosso una cerimonia pubblica durante la quale una piazza di Villa Ada a Roma è stata intitolata ad Angelo.

La cerimonia si è svolta nella mattinata del 20 giugno alle ore 10.30 presso Villa Ada Savoia, entrata in Via Salaria 273.

Dal 20 giugno, quindi, Villa Ada ospita Piazzale Angelo Frammartino nel cuore verde del II municipio del Comune di Roma.

Dopo Monterotondo (Rm) e Caulonia (Rc), le due città del cuore del giovane Angelo, dopo Torino, Siderno (Rc) ed altre città d’Italia, anche l’Amministrazione Capitolina intitola un luogo pubblico ad Angelo Frammartino, giovane pacifista di Monterotondo (Rm) ucciso a Gerusalemme nel 2006 a soli 24 anni durante una missione di pace – organizzata da Arci, Arcs e Cgil –  per il recupero scolastico di alcuni bambini palestinesi.

Angelo era già  stato insignito nel 2007 dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano della medaglia d’oro al merito civile alla memoria.

«Siamo felici che nonostante il passare del tempo il ricordo della vicenda di Angelo è ancora ben vivo e non solo in noi che giornalmente cerchiamo di far crescere il progetto umano della Fondazione, ma anche in tante amiche e tanti amici che non smettono di accompagnarci lungo la via. Segno che gli ideali di pace e non violenza che hanno ispirato la scelta di Angelo di andare a Gerusalemme sono più diffusi di quanto si pensa. Al sud come al nord del nostro Paese».

Queste la parole dei genitori di Angelo, che tutti noi ricordiamo con emozione e affetto.