Consiglio nazionale Arci del 27 ottobre: gli ordini del giorno

Per un mondo libero da armi, oppressioni e ingiustizie

Il comunicato stampa del Tavolo per la Pace della Val di Cecina

w.jpgIl Tavolo per la Pace nasce con uno sguardo diverso sul mondo, come recita il logo disegnato dagli studenti dell’artistico di Cecina, e con l’attenzione rivolta verso un mondo migliore, libero da armi e da oppressioni e ingiustizie. La recentissima decisione last minute d’inviare una missione militare in Niger va contro a tutti i nostri principi, morali e statutari.

Mandare in Niger 500 soldati armati fino ai denti con reparti d’attacco non porterà nessun beneficio alla lotta al traffico di esseri umani, quella che in Libia vede la regia dei capi tribù che il nostro paese ha appena finanziato proprio per la gestione dei migranti come da macellerie messicane mostrate in tv. Non esisterebbe alcun traffico di esseri umani se alcuni stati e alleanze fra stati e multinazionali non aumentassero in modo esponenziale le ingiustizie sociali ed economiche attraverso la finanza ed il controllo agro-alimentare e farmaceutico. Se a questo aggiungiamo il marchio di fabbrica delle bombe che vengono lanciate dai sauditi sui civili nello Yemen, il nostro paese sale nella classifica del male. A4447 è il marchio di fabbrica delle bombe assemblate in Sardegna dalla RWM, a Domusnovas, con un giro d’affari di 440 milioni di euro nel solo 2016. «Tutto secondo le leggi» aveva assicurato il capo della difesa. Noi ci chiediamo quali leggi? La prime a cui secondo noi dovremmo far riferimento sono la Costituzione Italiana e la dichiarazione universale dei diritti umani. Anche la Bossi-Fini è una legge ma non per questo è accettabile proprio perché si scontra con la Costituzione, oltre che con la solidarietà umana.

Sono decenni che  aumentano le spese militari e che sentiamo parlare di ‘missioni di pace’, ma quel che vediamo sono civili uccisi e un aumento costante del numero di profughi da troppe parti del mondo. Mentre i soldi per il welfare diminuiscono. Noi vogliamo cancellare la guerra dalla storia, e con quella tutti gli affari leciti e illeciti fondati sulla morte di bambini, donne e uomini innocenti come noi. Basta missioni militari e basta menzogne.

Info: http://tavoloperlapace.blogspot.it

Correlati

Fermiamo le guerre in Medio Oriente. Ora. Subito!

Conferenza stampa a Roma, venerdì 13 aprile, ore 12 in Piazza Santi Apostoli

Una lettera al Presidente Mattarella per chiedere l’istituzione di un Ministero della Pace

Pubblichiamo stralci della lettera sottoscritta da varie organizzazioni, tra cui l’Arci