A Terni 'Insieme per RiscaldArci'

Il circolo Arci Accademia del Tempo Libero lancia la raccolta solidale di vestiario e di generi alimentari a lunga conservazione

'Movo Teatro': quando la disabilità fa cultura

Il progetto di crowdfunding per sostenere una bella esperienza che a Modena coniuga divertimento e accessibilità

Grave e sconsiderata la scelta di Trump di spostare la sede dell'Ambasciata Usa a Gerusalemme

L’Unione Europea e l’Italia si attivino per fargli abbandonare questa decisione


Approvata in via definitiva dal Senato la legge sul biotestamento. Una conquista di civiltà


24796327_1562975723752052_7893829405376933381_n.jpgA larga maggioranza il Senato ha approvato la legge sul “consenso informato e le disposizioni anticipate di trattamento” (Dat), cioè la legge che introduce, anche in Italia, il testamento biologico. Un atto di civiltà, che riconosce l’autodeterminazione terapeutica del paziente e salvaguarda la dignità della persona anche quando non più autonoma o prossima alla fine. Leggi la dichiarazione di Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

La guerra ai migranti si allarga al Sahel

Fort-Madama.jpgNegli ultimi due giorni abbiamo assistito al rafforzamento del processo di militarizzazione ed esternalizzazione del controllo delle frontiere nel Sahel, in base alle decisioni assunte  sia nell’incontro G5 Sahel che nel Consiglio europeo tenutosi a Bruxelles. A Parigi, il Presidente del consiglio Gentiloni ha infatti confermato la volontà di inviare una missione militare in Niger che prevede l’impegno di un contingente italiano di 470 uomini e 150 mezzi, finalizzato al controllo del territorio e dei migranti in transito. Una vera e propria barriera, questa volta nel deserto, che risponde sia a un interesse geostrategico sia a un interesse banalmente elettorale, strumentalizzando ancora una volta la retorica degli sbarchi 0 da rivendere nella prossima campagna. Leggi tutto...

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Per i senatori la riforma della cittadinanza non è una priorità


cittadinanza-italia-sono-anch-io.jpgLa riforma della legge sulla cittadinanza sembra purtroppo arenata su un binario morto. Anche noi ci avevamo creduto e nutriamo ancora qualche briciolo di speranza, che ha portato, in questi giorni, tutta la presidenza nazionale dell’Arci ad aderire al digiuno a staffetta e a tutte le mobilitazioni che si stanno svolgendo nelle piazze e sui social network. La mancata approvazione di questa riforma, che introduce nuovi diritti anziché cancellarli, sarebbe una sconfitta per il movimento antirazzista e per i diritti dei migranti. Leggi tutto...


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

L'antifascismo deve essere valore fondativo e diffuso


17_12_09-antifascista.pngSbaglieremmo a pensare all’antifascismo come collante politico del centrosinistra italiano, come suggerito in questi giorni da alcuni politici ed intellettuali. Sarebbe la cristallizzazione di un processo in Italia ancora aperto ed incompiuto, cioè il riconoscimento pieno dell’antifascismo come valore costituzionale, condiviso dalla più ampia parte della popolazione. Relegare a valore di una parte l’antifascismo diventerebbe forse un vantaggio competitivo nell’arena elettorale, ma sarebbe una visione cinica della realtà e una diminuzione del, già scarso, senso delle istituzioni. Leggi l'articolo di Andrea La Malfa, referente Arci per la Presidenza sulla Memoria


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Appello alle forze politiche e al presidente del Senato: approvare la legge sui testimoni di giustizia in questa legislatura


iso.jpg

Rinnoviamo il nostro appello pubblico, già espresso anche agli Stati generali della lotta alle mafie, a tutte le forze politiche e al Presidente del Senato, Pietro Grasso, affinché il provvedimento di legge inerente i testimoni di giustizia sia approvato dal Senato entro questa legislatura. Il provvedimento ha già passato il vaglio della Camera dei deputati dopo quattro lunghi e intensi anni di lavoro. Non è possibile che tutto questo venga sprecato. Leggi l'appello di Arci, Acli, Avviso Pubblico, Centro Pio La Torre, Cgil, Cisl, Uil, Legacoop, Legambiente, Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, SOS Impresa

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Alcune luci e alcune ombre sulla Legge di Bilancio 2018 per quel che riguarda la cultura

libri-e-giovani.jpgPosto che l’iter di approvazione non modifichi quanto già annunciato, è previsto un adeguamento dell’iva al 10% per gli spettacoli dal vivo presi nel loro complesso. Si tratta di un segnale importante di attenzione del Governo verso un ambito, quello della musica e dello spettacolo dal vivo, che rappresenta un settore in grande evoluzione ed ha bisogno di chiarezza e semplificazione legislativa. Altrettanto interessante è la prospettiva di istituzione di un fondo di 3 milioni di euro per la promozione del libro e della lettura gestito dal Centro per il libro e la lettura (Cepell). Leggi l'articolo di Federico Amico, coordinatore nazionale Arci Commissione Diritti e buone pratiche culturali, educazione popolare

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Italiani e stranieri manifestano a Bruxelles per la dignità e l'accoglienza


da_mettere.JPGUn lunghissimo striscione con i nomi delle 33mila uomini, donne e bambini morti alle frontiere europee, viene portato da centinaia di persone lungo la strada che arriva proprio di fronte alla Commissione Europea. Militanti europei ed africani marciano, avvolti in coperte termiche, per ricordare, il giorno prima dell’ennesimo Consiglio che discuterà di difesa ed esternalizzazione, che la società civile non accetta più che i drammi che si moltiplicano alle nostre frontiere restino impuniti. Un minuto di silenzio per ricordare le vittime del mare e del deserto nel cuore delle istituzioni europee. Leggi l'articolo di Sara Prestianni, Ufficio immigrazione Arci nazionale

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss