Il concorso per racconti migranti

Si è aperta la terza edizione del concorso Di.M.Mi. riservato a racconti di vita di uomini e donne di ogni età, di origine o pro…

All'Exfila con Sussulti

Dal 18 gennaio all'Exfila a Firenze quinte aperte sulla rassegna dedicata a teatro e trasformazione sociale

Mai più fascismi, mai più razzismi. L’Arci alla manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 24 febbraio

Treni della Memoria, 1500 giovani partono con Promemoria Auschwitz

Il progetto, promosso dall'associazione Deina, coinvolge ormai diverse regioni e relativi comitati Arci. Un esempio di come si può fare cultura.

Mai più Fascismi: scopri dove firmare

Entra e scopri tutte le sedi e gli eventi dove firmare l'appello rivolto a tutte le istituzioni democratiche, promosso da Anpi, Arci e da tante altre organizzazioni sociali. Firma anche tu!

Per tutte le Giulia e i Giulio, e per noi

Sono passati più di due anni dal giorno in cui Giulio Regeni fu fatto sparire al Cairo per morire ammazzato da torture atroci. Oggi ancora chiediamo verità e giustizia, ancora lontane


Il monologo di Favino a Sanremo acquista forza in questi tempi bui


Favino-Sanremo-2018-724x407.png

Sabato scorso, durante la serata finale del Festival di Sanremo, Pierfrancesco Favino recita un frammento – 4’ 42’’ – de La notte poco prima delle foreste di Bernard-Marie Koltès, lo seguono 11 milioni di spettatori. Il contesto italiano e di quella giornata in particolare sembrano suonare all’unisono interpretando l’intervento di Favino secondo una lettura emotiva e strettamente legata al tema dei migranti. Se c’è il merito di dare voce e volto a parole e storie, quindi di sfuggire alla rappresentazione numerica che infesta giornali e TG, lo squarcio di riflessione che Favino apre durante uno dei momenti televisivi per cui si manifesta spesso tanta insofferenza, rischia di essere auto assolutorio per il pubblico. Leggi l'articolo di Federico Amico, coordinatore nazionale Arci Diritti e buone pratiche culturali, educazione popolare

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png


Roma, 17 febbraio manifestazione nazionale per chiedere pace e giustizia per il Kurdistan


ochalan.jpgIl popolo curdo sta attraversando una situazione drammatica, perseguitato in Turchia dal regime di Erdogan. A Strasburgo davanti la sede del Consiglio di Europa, è in corso da mesi un presidio del movimento curdo, a cui si aggiungerà dall’8 febbraio la Marcia internazionale per la liberazione di Ocalan, delle/dei prigioniere/i politici, per la pace e giustizia in Kurdistan, che si concluderà con una grande manifestazione a Strasburgo il 17 febbraio. In contemporanea intendiamo manifestare insieme alla comunità curda a Roma. All'interno il testo completo dell'appello e Il messaggio della presidente nazionale Francesca Chiavacci con l’adesione dell’Arci

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

"Stop Soros": 3 proposte di legge contro le organizzazioni sociali

arton52897.jpg

Il 18 gennaio il governo ungherese ha presentato Stop Soros,  un pacchetto di tre proposte di legge che hanno come bersaglio le organizzazioni di società civile. Dopo le legge del 2017, che colpisce le organizzazioni che ricevono fondi stranieri (compresi quelli della Unione Europea di cui l’Ungheria fa parte), questo pacchetto di proposte è una ulteriore misura restrittiva che la società civile democratica ungherese deve affrontare. Le proposte di legge contengono disposizioni vaghe e non è chiaro come verranno attuate. Sono relative alla responsabilità sociale delle organizzazioni che sostengono l’immigrazione illegale, all’istituzione di una tassa sulla immigrazione, e a limitazioni nell’aiuto ai migranti. Leggi tutto...


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Un appello al presidente Mattarella: "Liberiamo Ahed Tamimi"


ahed_tamimi.jpgLo scorso 15 dicembre 2017 Mohammed Tamimi, 15 anni, era stato colpito alla testa da un proiettile di metallo ricoperto di gomma sparato a distanza ravvicinata da un soldato dell’esercito occupante israeliano. Il ragazzo versava in condizioni critiche e la cugina, Ahed Tamimi era rimasta visibilmente sconvolta dalla gravità delle ferite di Mohammed. La stessa unità di soldati si era poco dopo avvicinata alla casa della famiglia Tamimi e Ahed aveva urlato contro di loro schiaffeggiando anche un soldato. La mamma di Ahed aveva ripreso in un video quanto successo tra la figlia ed il soldato postandolo sui social. Leggi tutto...


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

I candidati dell'Arci alle elezioni politiche


voto-ciechi.jpgPubblichiamo una breve presentazione dei candidati Arci alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo, con l'indicazione della lista e dei collegi in cui sono candidati.
Leggi tutto...

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

L'Università di strada dell'Arci pronta per l'anno accademico 2018/19


congresso1-620x270.jpgAnche se il 2018 è l’anno europeo del ‘Patrimonio Culturale’, materiale e immateriale, non sono tempi facili per chi cerca di promuovere conoscenza e cultura. Pensavamo che il web avrebbe aiutato a far crescere capacità critica e crescita culturale delle persone. Di sicuro la rete consente l’accesso a molti dati e a tante informazioni (non tutte vere) ma certo non sembra abbia avuto l’effetto sperato sulla coscienza civica di molti nostri concittadini. Purtroppo anche gran parte della stampa e della televisione offrono una conoscenza superficiale della realtà con conseguenze pessime sulla costruzione dell’immaginario collettivo. Leggi l'articolo di Carlo Testini, Arci nazionale


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss