Pastasciutta Antifascista

Appuntamento con il circolo Pontenovo per la pastasciutta per tutti; a seguire, canzoni partigiane

I festival musicali estivi Arci

Tornano le rassegne musicali promosse da circoli e comitati su tutto il territorio italiano: eventi, momenti di aggregazione e s…

Tornano i campi e laboratori antimafia

Tornano anche quest’anno i campi e i laboratori antimafia promossi da Arci, Cgil, Spi Cgil, Flai Cgil, Rete degli studenti medi e Unione degli universitari.

La campagna 2017 per il 5x1000 all’Arci

Continua la campagna fiscale 2017 per i contribuenti italiani


Genova: una ferita che resta aperta

biani_per_carlo_giuliani.jpgIl 20 luglio di sedici anni fa Carlo Giuliani veniva ucciso dalle forze di polizia a Genova, durante le manifestazioni di protesta contro il G8. Un omicidio che si consumò in un clima di violenza e paura, per una gestione dell’ordine pubblico che portò, secondo Amnesty, alla più grave sospensione dei diritti umani mai verificatasi in un paese europeo dal dopoguerra. Adesso apprendiamo che metà dei poliziotti condannati per l’irruzione alla scuola Diaz, ‘giustificata’ da prove precostituite a quello scopo, potrà a breve chiedere il reintegro nella Polizia di stato, mentre l’altra metà è già andata in pensione. Leggi tutto...

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Come ogni estate l'Italia brucia. Manca un piano di tutela del territorio

pineta.jpg

Ogni anno con l’arrivo dell’estate giunge puntuale l’emergenza incendi. Una delle tante emergenze a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi: dalle alluvioni, agli eventi sismici, alla siccità. Solo per restare in tema ambientale. Eventi che con colpevole superficialità continuano ad essere definiti ‘estremi’, ma che estremi non sono e a cui dovremo abituarci, perché saranno sempre più frequenti essendo legati ai cambiamenti climatici, al surriscaldamento del pianeta. Leggi l'articolo di Filippo Sestito, coordinatore nazionale Arci Ambiente, difesa del territorio, stili di vita
 Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Gaza deve vivere perchè viva la Palestina


cropped-1024px-War_in_Gaza_023_-_Flickr_-_Al_Jazeera_English.jpgOltre 350 firme individuali e 60 di associazioni e reti (tra cui l’Arci) da diversi continenti hanno sottoscritto in pochi giorni l’appello per la campagna internazionale Gaza deve vivere, perché viva la Palestina lanciato da tre associazioni che da anni, in settori diversi (sanità, ricerca, cultura), sono impegnate e lavorano in solidarietà con la popolazione di Gaza, perché sia riconosciuto il suo diritto di vivere: Appello per i bambini di Gaza Genova, NWRG onlus (New weapons research groups) e Cultura è Libertà, una campagna per la Palestina. La raccolta delle firme continua dal 13 luglio sul sito www.we4gaza.org. Leggi tutto...


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

L'autunno sarà caldo, se non caldissimo, per noi. Prepariamoci e reagiamo

immigrazione-738x450.jpg

Alla vigilia della pausa agostana una certa preoccupazione per quello che accadrà nel prossimo autunno sul fronte accoglienza/immigrazione c’è. Ed è più che una preoccupazione se dobbiamo dircela fino in fondo. I segnali ci sono già tutti: rinvio approvazione ius soli, codice per le ONG, incuranza dell’Europa, totale menefreghismo dei paesi membri e sostanziale debolezza del nostro Governo, le elezioni politiche in primavera. Aggiungiamoci una definitiva svolta reazionaria del Movimento 5 stelle (ci toccherà rimpiangere Beppe Grillo?), una sempre più marcata arroganza della Lega che fa da contraltare alla nullità, in tema di politiche progressive, delle forze democratiche. Leggi l'articolo di Walter Massa, coordinatore nazionale del sistema Accoglienza Arci

 

Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

#IoMiDenuncio: liberi di dire "no" ai decreti Minniti-Orlando

20031619_301483833648037_4139970715058232020_n.jpgQuesto appello, a cui l'Arci ha aderito, nasce in solidarietà ai cinque attivisti identificati lo scorso 20 giugno in piazza del Pantheon, a carico dei quali è stato avviato un procedimento penale: a uno di loro era stato chiesto di identificarsi, dopo aver fatto una critica dura e argomentata ai decreti Minniti-Orlando di recente conversione, mentre gli altri quattro avevano chiesto spiegazioni in merito a quanto stava accadendo e alle ragioni dell'identificazione, venendo a loro volta identificati. Vogliamo dire simbolicamente “anche io mi denuncio”, perché se criticare il Governo o i suoi provvedimenti, che riteniamo essere ingiusti, è considerato vilipendio, allora siamo tutti colpevoli. Ci vediamo giovedì 20 luglio alle 18.30 al Panthon per dare vita ad un presidio in difesa della libertà di dissenso e di espressione: portate una frase, un sogno, un'idea, un cartello. Appello e info per aderire all'interno


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

La Resistenza si studia in Appennino. A Montefiorino "History Camp 2.0"

19944634_1509303275794207_773503955402230845_o.jpgIl 18 giugno 1946 l’Italia fu proclamata Repubblica e il primo gennaio 1948 entrò in vigore la Costituzione. A ridosso del settantesimo anniversario di questi due importanti avvenimenti per la nostra storia, Arci Modena, Arci Regione Emilia Romagna, Arci Reggio Emilia hanno deciso di lanciare la seconda edizione di History Camp sul tema Dalle Repubbliche Partigiane alla Repubblica ItalianaUna delle più famose Repubbliche partigiane fu quella di Montefiorino, zona liberata dal nazifascismo situata nell’Appennino emiliano tra Modena e Reggio Emilia dove si trova  il Museo della Repubblica di Montefiorino e della Resistenza Italiana. Leggi tutto...


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

'Ero Straniero', continua la campagna di raccolta firme!

ero_straniero.jpg

Il comitato promotore della campagna Ero straniero - L’umanità che fa bene invita tutte le organizzazioni aderenti  a impegnarsi in una raccolta straordinaria di firme  sulla legge di iniziativa popolare per cambiare le politiche sull’immigrazione e superare la legge Bossi-Fini investendo su lavoro e inclusione. Banchetti verranno allestiti in tutta Italia per spingere l’acceleratore della campagna e avvicinarsi il più possibile al traguardo delle 50mila firme da raggiungere in sei mesi per portare la legge all’attenzione del Parlamento. Scopri all'interno come


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

Lavoro per migranti: un'impresa possibile

images.jpeg

Nel tempo in cui le risorse scarse non sono le materie prime e tantomeno i consumi dei cittadini quanto l’attività umana di trasformazione e produzione di merci chiamata lavoro, nell’epoca del precariato diffuso e  della flessibilità, dell’ideologia della competizione, del mito del successo facile e della rendita, ripensare a come produrre la ricchezza sociale equamente ripartita nel rispetto dei diritti di cittadinanza può sembrare veramente un’impresa impossibile. La parola impresa oggi non evoca immediatamente buona occupazione e diritti, ma spesso fallimenti, licenziamenti e delocalizzazioni. Leggi tutto...


Schermata_2014-03-12_a_17.11.05.png

image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss